NIKOLAUS WIESNER
  Volkartstr 21
  München 
  Germany
  +491718034601
  nikolaus.wiesner@t-online.de
Nikolaus Wiesner, nato il 22 gennaio 1966, vive a Monaco di Baviera. Dopo la laurea alla Ludwig-Maximilians-Universität di Monaco e vari soggiorni all‘estero, nel 1993 ha cominciato a lavorare come autore e regista nel settore cultura per varie reti televisive, in particolare per la Bayerische Rundfunk (dipartimento della Baviera dell‘ ARD, una delle due reti pubbliche tedesche). I suoi filmati includono documentari e servizi culturali girati in Germania, Austria, Italia, Inghilterra e Francia, tra l‘altro con la partecipazione di musicisti come Jeff Buckley, David Gilmour (Pink Floyd), Jim Kerr (Simple Minds), Lenny Kravitz, Roland Orzabal (Tears For Fears), il premio Nobel della letteratura Nadine Gordimer, coreografi contemporanei come Hans van Manen e John Neumeier, e in un filmato PR con il direttore di teatro Robert Wilson. Come regista ha collaborato anche con il Bayerisches Staatsschauspiel (Teatro Nazionale della Baviera) e il Bayerisches Staatsballett (Balletto Nazionale della Baviera). Con Norbert Graf, pregiato solista del BNB, ha realizzato Renaissance, filmato di danza scelto dalla giuria dell‘American Dance Festival 2003 come una delle 12 migliori produzioni dell‘anno. Oltre al lavoro di regista suona la chitarra e ha composto musiche. Attualmente si occupa di un romanzo e un pezzo di teatro di cui la prima è prevista per febbraio 2011 a Monaco.

Per me arte e creatività sono tali quando non si prendono troppo sul serio, quando non badano (troppo) a quello che viene loro imposto o chiesto da un "mercato", ma quando seguono una loro propria logica - una logica che si basa sull‘esplorazione di ciò che viene definito "umano“ e di ciò che ci circonda. È meraviglioso vedere che tramite l‘esplorazione, si può arrivare a nuclei, sensazioni e momenti che raccontano delle coesioni universali che ci stanno attorno e di cui facciamo parte. Vale sempre la pena di esprimerli, non ha importanza quale sia il contesto artistico o quanto piccola sia quest‘espressione. Personalmente credo che l‘abbinamento di varie forme d‘ arte, possa creare lavori bellissimi e straordinari. Credo anche che lo stesso valga per l‘abbinamento tra arte e scienza, in particolare la fisica, la mitologia, e le scienze neurologiche. Come la scienza, l‘arte ha il compito di raccontare dell‘essere umano e dell‘universo. Tramite le scoperte delle scienze negli ultimi cent‘anni, la nostra visione del mondo sta cambiando in modo fortissimo - in direzioni di cui le arti e le tradizioni spirituali ci hanno raccontato da millenni. Everything‘s connected - conviene dare ancora tante occhiate alle coesioni, sia nel nostro lavoro, sia nella nostra vita.